SEO E WEB DESIGN

UX design e una solida strategia SEO devono procedere di pari passo.

Un buon design è fondamentale per un sito web, coinvolge l’utente e lo spinge a trascorrere del tempo navigando fra le varie pagine e post, può indirizzare verso un determinato pulsante, esprimere l’immagine aziendale e molto altro.

Tuttavia la progettazione di un sito graficamente fantastico è inutile se nessuno riesce a raggiungerlo.

Qua entra in gioco la SEO, che si occupa di aumentare l’esposizione del tuo sito nelle SERP dei vari motori di ricerca.

Una volta messi insieme, SEO e web design possono promuovere la credibilità, la professionalità e l’immagine di un’azienda o di un progetto.

Ma come si possono combinare nel modo migliore?

COSTRUIRE UNA SOLIDA PRESENZA ONLINE

Nel mondo di oggi, dove il marketing digitale sta assumento sempre più importanza, è fondamentale costruire una presenza online fondata su solide basi.

Se alcuni aspetti di un sito sono gestiti male questo non porterà grandi risultati e si trasformerà in un fallimento.

Vediamo alcuni elementi chiave di qualsiasi buon web design

Nome del dominio

Riempire il dominio con un mucchio di parole chiave (cosa che accade spesso) non aiuta. L’utente di oggi è molto più consapevole rispetto ad anni fa, e domini del genere vengono spesso percepiti come spam e potrebbero danneggiare l’immagine del proprietario del sito web, non ché l’esperienza dell’utente

Ci sono milioni di nomi di domini nel mondo. Lo scopo principale è rendere il proprio dominio il più unico, accattivante e memorabile possibile.

Deve essere rilevante per il focus dell’attività, facile da pronunciare e ricordare e legato al proprio progetto.

Investire nel giusto hosting provider

La scelta del giusto piano di hosting influisce direttamente sulla velocità del sito web. Lo sviluppatore può anche creare un sito leggero e molto veloce, ma se l’hosting su cui risiede il sito è di scarsa qualità, allora anche un sito ben progettato risulterà lento e fastidioso, andando a sfavorire l’esperienza utente, che sarà portato a cambiare velocemente sito.

Utilizzare un CMS affidabile …

Un solido CMS è facile da gestire. Quando si realizza un sito molte volte si propende per l’utilizzo di un CMS, fra i più popolari ci sono WordPress, Joomla e Drupal.

Prima di lanciarsi sull’utilizzo di uno di questi CMS è però necessario conoscerli a fondo per poter realizzare un lavoro decente. Utilizzare solamente temi e plugin scaricati online senza la minima conoscenza di ciò che si sta facendo può certamente portare a un lavoro finito, però sarà un pessimo lavoro, lento, mal ottimizzato e difficilmente gestibile nel tempo.

Io personalmente utilizzo spesso WordPress, sviluppando un tema ad hoc per il tipo di progetto e scaricando il minor numero di plugin possibili.

… oppure fare tutto da zero!

Questa è un’attività ormai passata di moda, purtroppo…

Ma parlerò di questo in maniera più approfondita in un prossimo articolo

RAPPORTO TRA WEB DESIGN E INDICIZZAZIONE

Sai che ora Google esegue la scansione di ogni pagina del tuo sito individualmente al momento dell’indicizzazione? Ecco perché è necessario aggiungere collegamenti interni per rendere queste pagine trovabili dai motori di ricerca. Soprattutto è necessario verificare se tutti i collegamenti funzionano!

Inizia controllando l’indicizzazione con la scrivendo su google: “site:www.esempio.it“. Questo ti mostrerà le pagine del tuo sito indicizzate da google. Puoi anche controllare il file robots.txt per identificare le pagine escluse dall’indicizzazione.

RICERCA DI PAROLE CHIAVE DETTAGLIATE

E’ necessario fare ricerche dettagliate sulle parole chiave e ottimizzare di conseguenza la pagina web.

Il titolo è il primo elemento che un visitatore vede nella SERP. Deve essere creativo, intrigante e autentico, in modo che possa distinguersi dagli altri risultati della SERP. Si possono inserire le keywords nel titolo, purché questo venga fatto in modo naturale, senza stravolgerne il senso e la grammatica.

La meta description indica di cosa tratta la pagina. E’ un campo abbastanza limitato, occorre usare saggiamente i 160 caratteri disponibili per invigliare gli utenti a fare click

Gli header aumentano la leggibilità del testo, rendendolo più user-friendly. E’ buona norma utilizzarli per suddividere i contenuti in blocchi più piccoli, in questo modo l’utente potrà trovare più facilmente le informazioni che cerca.

Google non capisce ancora il contenuto visivo, per questo è molto importante utilizzare il tag alt nelle immagini, descrivendo di cosa tratta l’immagine. Si possono inserire brevi descrizioni contenenti le keywords

FARE ATTENZIONE ALLA CREAZIONE DEGLI URL

Un URL composto solamente di codici può essere facilmente capibile dal programmatore, ma non sicuramente dall’utente. Si possono utilizzare le keywords anche negli URL, per separare i vari articoli. Un esempio di un URL decente potrebbe essere il seguente:

www.ilmiosito.it/servizi/web/seo

SEMPLIFICARE LA NAVIGAZIONE

La navigazione non è semplicemente costituita dalla barra dei menu. Un buon layout con un sistema di navigazione semplice ma efficace può ispirare le persone a trascorrere più tempo sul tuo sito, a sfogliarlo dettagliatamente e a trovarlo anche divertente.

Proprio come in un negozio fisico, la disposizione degli oggetti è molto importante per dirigere l’attenzione dell’utente dove si vuole.

Se un utente deve sprecare tempo per capire dove cliccare, non sarà un buon sito. L’utente deve sapere cosa succede ogni volta che clicca qualcosa, non scoprirlo dopo

ATTENZIONE ALLA VELOCITA’ DI CARICAMENTO

La velocità di un sito web è fondamentale.

Oggi in genere gli utenti si aspettano che un sito venga caricato in 2 secondi. Se ci mette più tempo molto spesso abbandonano la pagina.

E’ molto utile utilizzare tool come “Google Page Speed Insight” o “Pingdom” per scoprire i tempi di caricamento. Inoltre questi servizi offrono anche preziosi consigli su come migliorare le nostre pagine web per renderle veloci e scattanti.

Ecco alcuni consigli veloci per aumentare la velocità dei tuoi siti:

  • Scegliere il giusto piano di hosting
  • Comprimere le immagini
  • Utilizzare la cache del browser
  • Ridurre plugin e popup
  • Rimuovere codice inutile

RICORDARE IL MOBILE

Creare un sito responsive oggi non è più una scelta, è un obbligo. Ormai più del 50% del traffico arriva da mobile, da dispositivi con schermi diversi e browser diversi.

Il tuo sito deve avere una buona esperienza utente non solo su desktop, ma anche e soprattutto da mobile.

Oggi nello sviluppo di un layout si parte spesso dal mobile, per poi portarlo su desktop.

Certo rendere una pagina comprensibile sia su desktop che su mobile, bella e affascinante non è sempre facile, ma è ciò che dobbiamo fare se vogliamo creare un buon progetto!

Fortunatamento possiamo contare su framework come bootstrap, totalmente responsive e che funzionano su tutti i browser!

METTERE TUTTO INSIEME

Molto bene, ora non resta che mettere insieme tutto questo! SEO e web design devono assolutamente lavorare assieme perché si possa arrivare ad un buon lavoro finale.

Il design incide sulle percezioni dei visitatori, favorendo la professionalità e l’autorevolezza del sito e influenzando gli utenti.

La SEO si occupa di rendere tutto questo visibile e cliccabile dagli utenti che ci interessano, e google è molto severo su chi può stare in alto e chi no.

Non resta che mettersi al lavoro, seguire le norme di google e creare un fantastico design!

Buon codice!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *